Home / Salute / Università di I grado: Medicina – Cronaca

Università di I grado: Medicina – Cronaca



di Francesco Zuppiroli L’Università si prepara al primo ballo di un nuovo anno accademico. Infatti, dopo la rivoluzione Covid ei mesi di smart-learning, l’esame nazionale di ammissione in medicina rappresenterà i primi incontri alla presenza di un nuovo corso, che non solo mette alla prova gli studenti per la prima volta. studenti, ma anche la nuova macchina di sicurezza che si trova in questi …

di Francesco Zuppiroli

L’università si sta preparando per il primo ballo in un nuovo anno accademico. Dopo la rivoluzione dopo Covid e i mesi in smart-learning, infatti, l̵

7;esame nazionale di ammissione alla laurea in medicina rappresenterà i primi incontri alla presenza di un nuovo corso, che non solo mette alla prova gli studenti per la prima volta. studenti, ma anche la nuova macchina della sicurezza realizzata in questi mesi con video lezioni ed esami dall’Alma Mater Studiorum. Il test, previsto per giovedì 3 settembre e poi 10 settembre per accedere al corso di medicina in lingua inglese, si terrà comunque in fiera e sarà condotto alla presenza di tutti gli studenti residenti in provincia presso la sede universitaria.

Al momento le candidature sono più che confortanti: secondo le ultime informazioni dell’università sono già quasi duemila i futuri laureati in medicina (quasi tutti provenienti dalle province limitrofe dell’Emilia-Romagna), un dato in linea con gli ultimi anni e soprattutto di gran lunga superiore all’Alma Mater aspettative dei leader. Che verrà definita una sfida non indifferente rispetto agli anni precedenti, ovvero far sì che il test si svolga non solo in modo del tutto regolare, ma anche per la totale sicurezza per studenti e personale tecnico e didattico lato virus. Una sfida che puoi raccogliere e vincere anche grazie agli ampi spazi del padiglione via Michelino.

“Ci attrezziamo secondo gli standard di igiene, salute e sicurezza indicati nei protocolli che ci sono stati sottoposti – spiega il Vice Preside dell’Alma Mater Mirko Degli Esposti. Esegue il test in sicurezza”. Un primo segnale di ripartenza per cui lo stesso discorso varrà per le altre prove di ammissione nazionali, per quanto riguarda la gamma di prove locali e pre-prove: “Alcune potrebbero ancora essere eseguite a distanza, ma ci organizziamo in modo che dal primo settembre tutta l’università Le operazioni tornano gradualmente in presenza anche in totale sicurezza, conclude Degli Esposte.


Source link