Home / Economia / UniCredit e Intesa vogliono salvare Ferrarini

UniCredit e Intesa vogliono salvare Ferrarini



Il salvataggio di Ferrarini nelle mani delle banche italiane.

UniCredit e Intesa Sanpaolo hanno guidato ufficialmente un consorzio finalizzato al rilancio dell’azienda emiliana.

Questa operazione è stata giudicata favorevolmente dallo stesso Coldiretti, che ha cercato di sottolineare vantaggi per tutto il Made in Italy, già drammaticamente colpita dalla crisi del coronavirus.

Salvataggio Ferrarini, novità: nascita del consorzio

UniCredit, Intesa Sanpaolo, Bonterre-Grandi Salumifici Italiani, OPAS e HP: questi i partecipanti al consorzio che punta a salvare Ferrarini.

Il gruppo ne ha presentato uno al tribunale di Reggio Emilia accordi proposti con la quale ha confermato il suo impegno a riavviare l̵

7;azienda.

Come? Per renderli entrambi disponibili abilità dell’appaltatore quello capitale, si legge in una nota:

“Accompagnato dal sostegno finanziario di Intesa Sanpaolo con un importo di 35 milioni di euro disponibile nell’ambito del business plan presentato. “

L’intervento di UniCredit, Intesa Sanpaolo e degli altri gruppi per salvare Ferrarini è stato commentato con ottimismo da Coldiretti. La tutela di una realtà agroalimentare nazionale oggi così centrale nel Made in Italy sembra essere estremamente importante, soprattutto in un contesto storico come quello attuale.


Source link