Home / Scienza e Tecnologia / Stato di gioco: uno dei giochi è stato rubato dagli sviluppatori, dettagli

Stato di gioco: uno dei giochi è stato rubato dagli sviluppatori, dettagli



Ieri, a tarda notte, è andato in onda il nuovo State of Play di Sony Interactive Entertainment. Lo spettacolo si è concentrato, come chiaramente previsto, su una serie di annunci per PS4, PS VR e alcune nuove informazioni su titoli PS5 di terze parti. Molto spesso si trattava di un’interessante compilation di produzioni indipendenti o AA: non quello che il pubblico desidera di più, ma non per questo era uno spettacolo di bassa qualità. I nomi trasmessi da Sony e dai suoi partner sono tanti e interessanti, ma ce n’è uno che ha attirato l’attenzione del mondo per un motivo preoccupante. Aeon Must Die, questo è il nome del gioco, è stato rubato dagli sviluppatori.

Almeno questo è quello che ha detto il team di sviluppo del gioco. Un video di YouTube e una cartella dropbox hanno affermato che il team di sviluppo è stato costretto a schiacciare per molto tempo (cioè lunghi periodi di straordinario forzato, che spesso porta a problemi di salute fisica e mentale) e soprattutto i dipendenti non venivano pagati. Il trailer che è stato visto durante State of Play è stato realizzato anche da artisti esterni alla squadra senza contratto.

Lo affermano anche gli sviluppatori il possesso dell’IP è stato ottenuto illegalmente e gli autori del gioco sono stati ingannati. Attraverso la cartella dropbox, possiamo anche scoprire che il team di sviluppo ha attraversato canali legali: tuttavia, il processo ha richiesto tempo, ha “svuotato le sue risorse ed energia” ed è stato inutile.

Anche il team di sviluppo ha chiesto di non rilasciare il trailer presentato ieri allo State of Play, ma non è stato ascoltato. Per questo ha deciso di pubblicare tutte le informazioni relative al caso in modo che tutti fossero a conoscenza di quanto era accaduto.

Ci auguriamo che questo venga chiarito il prima possibile.

Aggiornamento 17:35 L’editore di giochi Focus Home Interactive ha rilasciato una dichiarazione ufficiale su Aeon Must Die.

Focus Home Interactive ha sempre elogiato e supportato i suoi partner e sviluppatori che compongono i team creativi. Siamo orgogliosi del trattamento equo che riserviamo ai nostri dipendenti e sviluppatori di terze parti: non cambierà. Focus Home Interactive è stata informata di una serie di accuse da parte degli sviluppatori di Limestone che hanno lavorato alla creazione di videogiochi Aeon Must Die! “

“Queste accuse sono dirette alla società Limestone, il loro datore di lavoro diretto. In qualità di editore, Focus analizza attentamente queste accuse e trarrà le conclusioni necessarie se sarà dimostrato che sono fondate: prenderà quindi le contromisure necessarie. Non verranno rilasciati ulteriori commenti fino a quando non avremo un’immagine più chiara e completa dell’argomento.




Source link