Home / Italia / Siri, M5: "Quattro domande alla lega: finora si sono ritirate e ridotte al minimo. Il deficit parte e chiarisce"

Siri, M5: "Quattro domande alla lega: finora si sono ritirate e ridotte al minimo. Il deficit parte e chiarisce"



"Quattro domande alla lega nel caso Siri". Questo è il titolo del disco firmato dagli M5 su Blog delle Stelle lì oltre a chiedere informazioni Armando Siri, ha presentato una serie di domande all'alleato del governo. "La politica – si legge nel blog – deve essere un buon esempio: nessuno può nascondersi dietro l'innocenza di fronte all'ipotesi di un reato di criminalità, non può farlo, ancora di più, quando i legami con la mafia compaiono nella stessa inchiesta. se è corrotto, deve fare un passo indietro e ripulire, può difendersi, ha ragione, ma deve farlo lontano dal suo ufficio, questo è successo alla segretaria Armando Siri . abbiamo chiesto, a causa della nostra coerenza, che si è seduto sulla panchina fino al chiarimento finale, che si è astenuto dalla sua posizione nel governo pur mantenendo il ruolo del senatore ". "Questo principio del 5 Star MoVement è un pilastro indiscutibile, la Lega invece si è ritirata finora, ha minimizzato e non ha risposto ai cittadini, o peggio ha cercato di spostare l'attenzione abbracciando la linea Espresso e attaccando strumentalmente Virginia Raggi."

"Non nega una spiegazione ai cittadini Questo comportamento è il risultato di un tempo che pensavamo di avere alle nostre spalle. Gli italiani hanno il diritto di sapere come viene gestito il loro denaro. Coloro che li dirigono si comportano per un interesse personale o collettivo, prima che questa richiesta di un partito non possa scuotere e continuare: queste cose sono state fatte da Renzi e Berlusconi, non da noi. "Abbiamo aspettato qualche giorno prima di lanciare questo appello, e speriamo che venga un segnale dalla lega. Abbiamo visto il sottosegretario di Siri entro 24 ore. L'abbiamo visto per la prima volta dire che non aveva mai affrontato l'energia eolica e non lo sapeva Chi era Arata Il giorno dopo, però, cambiò la sua versione e ammise di aver apportato modifiche all'energia eolica e che incontrò anche Paolo Arata. "

Dopo una breve ricostruzione dell'intero affare, le seguenti quattro domande furono prese in considerazione:" Quali è i veri rapporti tra Siri, la lega e Paolo Arata (l'ex legislatore di Forza Italia, ora responsabile del programma della Federazione Ambiente che, secondo l'accusa, sarebbe vicino a Vito Nicastri, imprenditore indicato dai giudici come "finanziatorè dell'inerzia del capo" 1

9459004) Matteo Messina Denaro )? – chiede M5's – Perché la segretaria Siri ha presentato più volte proposte, sempre bloccate e restituite al mittente del 5 Star MoVement, per stimolare l'energia eolica (soggetto di interesse di Paolo Arata)? Per quale scopo? "E di nuovo premere la M5" perché Siri si è opposto e ha sostituito le versioni più volte (quando è arrivata la notizia di un'indagine sulla corruzione, ha detto, "Non mi sono mai preso cura dell'energia eolica nella mia vita." Poi ha ammesso che aveva presentato una proposta per modificare la legge sugli incentivi: "Mi è stato chiesto da una catena di piccoli produttori". Alla fine, al Corriere, ha detto: "Arata mi ha dato una testa così e ho detto" okay, mandamelo ")? ".

Infine, nell'ultima domanda rivolta al campionato, l'M5 ricorderà come Aratas figlio era "impiegato da Giorgetti nel dipartimento di pianificazione economica. Giorgetti sapeva che era figlio di Arata e dei rapporti di suo padre con Nicastri ? "" La più grande capitale italiana è la vera volontà di cambiare le forze nel governo, rispondere a questi problemi significa che è stato davvero cambiato in Italia. Il cambiamento non consente sconti o scorciatoie. , come ha sempre dimostrato il Movimento a 5 Stelle. Continuiamo a lavorare, c'è tanto da fare, ma seriamente ", conclude M5S.


Source link