Home / Sport / Serie B, risultati e giudizi dopo l’ultimo giorno

Serie B, risultati e giudizi dopo l’ultimo giorno



Nella lotta per l’arrampicata in A, Spezia e Pordenone già in semifinale, nel quartiere di Cittadella-Frosinone e Chievo-Empoli. Playout Perugia-Pescara (ma Trapani spera ancora …)

Adriano Seu

L’ultimo sprint è pieno di emozioni attese, con 15 squadre che ballano fino all’ultimo minuto. La corsa ai playoff termina con gratificanti Spezia, Pordenone, Cittadella, Chievo, Empoli e Frosinone, che giocheranno l̵

7;ultimo pass della campagna per unirsi a Benevento e Crotone (dopo aver conquistato un posto in paradiso in tempo utile). Il destino opposto di Trapani e Juve Stabia, che si sono trasferiti direttamente in Serie C con il Livorno, è già stato condannato da tempo. A loro si unirà uno tra Perugia e Pescara, che saranno costretti a giocare i playoff. Ma l’appello di Trapani pende dal lato inferiore della posizione (decisivo il 6 agosto), a cui il Coni Guarantee College è stato in grado di restituire 2 punti, che di conseguenza ha condannato Pescara alla retrocessione. Il nigeriano Nwankwo (Crotone) è il re del bombardiere a 20 centri.

Ascoli-Benevento 2-4

Dionigi lascia le chiavi del centrocampo a Petrucci e si concentra sulla coppia attaccante di Scamacca-Ninkovic, ma il Benevento di Inzaghi è spietato e continua al 25 ° minuto con Sau, approfittando rapidamente di un assist dalla testa di Improta. Per i padroni di casa, la notte scende al 32 ‘, quando Barba firma il raddoppio su un programma di calcio piazzato. I giallorossi salgono quindi al 45 ° minuto con Roberto Insigne, attestando il successo della 26a stagione che ha permesso a Inzaghi di confrontare il record di vittorie nella squadra di 20 serie B stabilita da Ascoli nel 1978. Le Marche hanno accorciato la distanza al 49 ° minuto con Morosini, ha attraversato il poker di Moncini all’87 ° minuto e ha segnato nel recupero con Trotta per il 2-4 finale, che consente ancora ad Ascoli di evitare un gioco di baffi.

Chievo-Pescara 1-0

La coda di Bentegodi vede festeggiare i padroni di casa, che effettuano il tiro decisivo verso i playoff all’ultimo minuto. Le emozioni sono scarse durante i primi 45 ‘, con i veneziani che divorano tre gol. Lo sfarfallio vincente arriva solo all’88 ‘, grazie a Garritano come punto di rissa e condanna Abruzzese ai playoff.

Cosenza-Juve Stabia 3-1

Lo scontro diretto in coda è quello che celebrano i calabresi, in avanti con Sciaudone al 17 ‘. Per firmare il raddoppio, Rivière pensa a un rigore di 23 ‘(fallo su Carretta), ma gli ospiti trovano la forza di reagire catturando una traversa con Forte e accorciando la distanza al 31’ grazie a un tocco vincente di Tonucci. Solo un’illusione, perché i padroni di casa decollano di nuovo al 74 ° minuto grazie al soggiorno di Riviere (il secondo di fila) che merita una sensazionale salvezza diretta dopo un emozionante finale di stagione.

Cremonese-Pordenone 2-2

Cura e rispondi su Cremona, dove gli ospiti sprecano il vantaggio due volte: Tremolada si è ingannato con un rigore di 15 ‘prima della fantastica curva a destra in Gaetano al 17’. Nel secondo tempo, il Pordenone era ancora al 47 ‘con un grande destro fuori Burrai, ma Gaetano si ripete al 57’ con un altro capolavoro di destra che vale il 2-2 finale.

Frosinone-Pisa 1-1

A Frosinone, Nesta esulta e prende i playoff in finale dopo aver tremato per oltre un’ora. Ottieni chance nei primi 45 ‘nonostante l’atteggiamento dei padroni di casa, poi il colpo toscano all’inizio della ripresa con Marconi (49’), al centro della 15a stagione. Ma al 79 ‘è una festa per il Frosinone, che ripristina l’equilibrio grazie al freddo di Ciano da undici metri. Pisa parte quindi per la classifica indipendente che premia i suoi diretti rivali.

Livorno-Empoli 0-2

La toscana sorridente ha i colori dell’Empoli, che allarga il martoriato Livorno con due bagliori di Antonelli (sub-deviazione al 45 ‘) e La Mantia. Già abbattute, le granate si abbandonano senza combattere e aprono la strada ai playoff ai rivali.

Salernitana-Spezia 1-2

I playoff che falliscono con la Salernitana di Ventura vengono rimontati e sconfitti da La Spezia. L’orologio continua al 30 ° minuto con Gondo, bravo a resistere a Bastoni prima di passare Krapikas con una destra esatta al secondo palo. Ma i visitatori hanno livellato i punteggi dopo 45 minuti, a seguito del tiro imbarazzante, ma alla fine riuscito di Micer, da destra. Il marcatore è Nzola.

Trapani-Crotone 2-0

I siciliani sono orgogliosi di ottenere una vittoria prestigiosa, ma ciò non è abbastanza per evitare la retrocessione. Fino al 54 ‘grazie a un calcio di punizione dal limite del Taugourdeau, il Trapani raddoppia quattro minuti dopo con Dal Monte, ma viene condannato dalla combinazione dei risultati sugli altri campi. Anche se le porte della salvezza potrebbero essere aperte in pochi giorni …

Venezia-Perugia 3-1

La serata con grandi emozioni in laguna, dove Perugia si sveglia troppo tardi. I padroni di casa sono attratti da un grande Aramu, che ha ottenuto 42 ‘ai rigori e 51’ dopo un clamoroso riavvio. Al 65 ‘, Capello segna il terzo gol con un capolavoro tagliato tra i pali. Gli Umbrellas iniziano al 69 ‘con il primo centro della stagione di Sgarbi (esattamente in movimento sulla pole opposta), ma non è abbastanza per evitare un knockout che manda Perugia direttamente in una drammatica salvezza play-off.

Entella-Cittadella 2-3

Agli ospiti è già stato garantito l’accesso ai playoff e lasciano riposare gli avvertiti Benedetti e D’Urso, lasciando spazio a Panico, che vive una notte magica. Il 23enne di Ottaviano apre la danza dopo solo 3 ‘e ha approfittato di un sonno nella difesa di casa e dopo la riduzione del fulmine di Entella grazie al suo obiettivo da Rizzo, la sua squadra conduce fino al 21’ con un secco a destra dal limite. I padroni di casa, tuttavia, sono riusciti a rimediare una seconda volta grazie a un fulmine di De Luca al 49 ° minuto, ma non sono riusciti a passare all’81 ° minuto a causa di un rigore fallito da Schenetti. Alla fine, Cittadella celebra, che conquista la vittoria nell’87 ° grazie a un fantastico colpo di testa di Stanco.


Source link