Home / Italia / Rabbia dei pensionati in piazza: "Per il governo siamo invisibili"

Rabbia dei pensionati in piazza: "Per il governo siamo invisibili"



I in pensione sono sceso in strada per protestare contro una manovra che "non fornisce risposte" ai problemi che circondano la popolazione più anziana del paese.

Nei sindacati Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp Uil ha indetto una manifestazione nazionale a Roma, al Circo Massimo, per lanciare un chiaro messaggio al governo, lo stesso da cui l'evento prese il titolo: "Invisibili no Siamo sedici milioni ". E sedici milioni è il numero di pensionati e pensionati in Italia. L'iniziativa, che segue ciò che si è tenuto a giugno in Piazza San Giovanni, ha toccato varie questioni tra cui la rivalutazione delle pensioni, l'aumento del quattordicesimo, la riduzione delle tasse per "una tassa più equa" e la richiesta di una legge sulla disabilità.

Secondo i sindacati, il governo ha dimenticato i pensionati e la conferma verrebbe da una manovra "insufficiente" e "incapace di dare risposte concrete ai bisogni degli anziani". In altre parole, "una bufala", vista la bella rivalutazione di "neanche 50 centesimi al mese" inclusa nel Budget Act. Tuttavia, dopo numerosi appelli all'esecutivo, le richieste dei sindacati non sono state prese in considerazione.

Sindacati contro il governo in materia di pensioni

I pensionati hanno chiesto risposte, volevano una nuova valutazione dei controlli ma non alle condizioni del governo. Hanno anche aspettato una legge sulla non autosufficienza e un'imposta più equa, ma anche in questo caso non erano soddisfatti. E così i sindacati dichiararono guerra al governo, senza troppe condizioni. Il segretario generale di Spi Cgil, Ivan Pedretti ha parlato all'evento con un discorso chiaro: " Non siamo invisibili e te lo dimostreremo. Saremo la tua torre al tuo fianco finché non capirai Chiediamo anche a tutti i parlamentari: ascolta le esigenze dei cittadini più deboli, basta ascoltare la lobby e i leader politici, migliorare questa manovra di bilancio, esamineremo attentamente cosa farai e quali emendamenti sosterrai , quindi trarremo le conseguenze ".

Il segretario generale dell'FNP Cisl, Gigi Bonfanti ha invece proposto un maxi sciopero generale per convincere il governo a comprendere i suoi errori sui pensionati: " Propongo un grande sciopero generale di lavoratori e pensionati insieme, su temi che ci uniscono ". Il giudizio di Carmelo Barbagallo Il segretario di Uil: " Il governo non tiene in debito conto i pensionati. Dal 201

1 non vi è stata alcuna rivalutazione delle pensioni e i pensionati peggiorano ". Il leader della CISL, Annamaria Furlan ha aumentato la dose: " Tutti i governi incassano in pensione per i nostri anziani e anziani. L'anno scorso hanno dovuto essere rilasciati, quando il governo Conte 1, ha valutato le rivalutazioni e in Quest'anno prevediamo un rilascio significativo che non ha . "19659002] Un nodo, come i pensionati, che il governo deve sciogliere il prima possibile.


Source link