Home / Economia / Quota 100, sul tavolo di mini-ritocco di 5-600 milioni. Il pubblico più vasto per il 14 ° è in equilibrio

Quota 100, sul tavolo di mini-ritocco di 5-600 milioni. Il pubblico più vasto per il 14 ° è in equilibrio



FROM THE MANEUVEREN

Il confronto è in gran parte rafforzato sul rinnovo delle finestre di uscita per un nuovo prepensionamento. M5S e Leu puntano in piedi, ma secondo le tecniche di Mef, la dote è necessaria per completare la copertura di manovra

di Marco Rogari

Quota 1
00: restauro del governo giallorosso

2 "della lettura

A close confronto, se non un vero pareggio. Questo è ciò che accade nella maggior parte del capitolo sensibile con mini-modifiche sulla Quota 100. Con movimento a cinque stelle e Leu che punta ai piedi e tecnici del Dipartimento di Economia che ritengono che il recupero parziale sia una necessità per recuperare Risorse preziose per il completamento del "sistema" a copertura della manovra La tabella ipotizza l'intervento da 5-600 milioni nel 2020 con una riduzione delle finestre di prepensionamento con almeno 62 anni e 38 anni di contributo.

Le misure dipendevano da restyling
Secondo molte tecniche, ma anche all'interno della stessa maggioranza (parte del Partito Democratico e vita straniera), questa concessione è importante per coprire due misure di assicurazione sociale che sono considerate sicure, o l'estensione di alternative di una donna e scimmie sociali (un anno) costa circa 30 milioni di euro) e per costruire il pacchetto di lavoro, principalmente tagliando il cuneo, ma forse anche la riduzione fiscale degli aumenti contrattuali. Una possibilità minore sarebbe stata invece l'assegnazione di alcune delle possibili spese inferiori dalla quota 100 all'ampliamento della pensione di vecchiaia beneficiata dal cosiddetto 14 ° o alla valutazione minore dei controlli. Inoltre, poiché l'adozione di queste misure inciderebbe sulla spesa sociale totale, che è già considerata elevata, anche a causa dell'introduzione della quota 100, nelle ultime relazioni tecniche del MEF. Tuttavia, le due alternative sono molto care ai sindacati, e non solo, e per questo motivo non sono mai state completamente messe da parte.

La caccia alle risorse
Tutto dipende dal gioco svolto all'interno e all'esterno dell'alta dirigenza, sulle risorse disponibili considerando che sono state avviate le misure che saranno al centro della riunione di bilancio. Dal decreto di bilancio, all'ordine del giorno del Consiglio dei ministri di lunedì 14 ottobre, insieme al documento di pianificazione, è atteso a Bruxelles entro il 15, che sintetizza le misure importanti della manovra e il loro peso sui conti pubblici. L'atto di bilancio effettivo deve quindi essere inviato al Parlamento entro il 20 ottobre.

Possibile rimodellamento delle finestre
L'obiettivo degli ingegneri MEF è di estendere le condizioni per l'avvio di nuove pensioni con 62 e 38 anni senza modificare la configurazione della quota 100, che, come ripetutamente assicurato dal ministro Roberto Gualtieri , rimarrebbe sostanzialmente invariato fino alla fine dell'esperimento (fine 2021) come previsto dal decreto emanato dal dirigente di gennaio "gialloverde". Una delle ultime ipotesi richiede anche un rimodellamento "morbido" per favorire un compromesso all'interno della maggioranza. In altre parole, i lavoratori che quest'anno soddisfano i requisiti e vorrebbero lasciare il 2020 grazie alle finestre attuali sarebbero "protetti", mentre per coloro che li matureranno il 1 ° gennaio del prossimo anno, la finestra dovrebbe essere estesa al 1 ° luglio per i lavoratori privati. e fino al 1 ottobre per pubblico.


Source link