Home / Esteri / Obama avverte i democratici: gli errori vanno troppo a sinistra

Obama avverte i democratici: gli errori vanno troppo a sinistra



Donald Trump non è alle prese con proposte eccessivamente radicali. “L'americano medio non pensa che dobbiamo buttare giù il sistema e farlo di nuovo; è meno interessato alla rivoluzione e più al miglioramento. Barack Obama esprime la sua preoccupazione e il latente tra leader e finanziatori del Partito Democratico. La sinistra del partito continua a crescere in subbuglio. Nelle primarie aumentano le citazioni del discorso di Elizabeth Warren e Bernie Sander. Al congresso, la presidente Nancy Pelosi fa fatica a contenere le iniziative e quindi la visibilità di Alessandria Ocasio-Cortéz e di altri giovani deputati. Obama osserva: "La mia opinione è che anche se forziamo le nostre idee al massimo e siamo coraggiosi nella nostra visione, dobbiamo sempre rimanere con i piedi ben piantati nella realtà; dobbiamo tenere conto del fatto che gli elettori democratici, gli indipendenti all'interno del nostro distanza, e persino alcuni repubblicani moderati, non condividono le stesse opinioni riflesse nelle controversie di sinistra sull'ala attivista del nostro partito ". L'ex presidente ha parlato venerdì a Washington, in una riunione organizzata dalla Democracy Alliance, Milioni di dollari all'anno per promuovere le candidature democratiche nei singoli Stati. Obama ha fatto un'altra forte osservazione: non è sufficiente appoggiarsi ai risultati passati, sono necessarie "nuove idee". È chiaro che l'ex presidente ha forti dubbi su Joe Biden , il suo vice alla Casa Bianca. In stati come l'Arizona e la Florida, dovrebbe essere almeno 20 punti a sinistra la tua mano, pur avendo un vantaggio di non più di 1

0 punti e in Iowa è addirittura inferiore.

Ecco le possibili alternative al miliardario Biden Michael Bloomberg che dovrebbe formalizzare la nomination questa settimana. E in questi giorni, Deval Patrick (63), ex governatore del Massachusetts, afroamericano come suo amico Barack Obama, si è fatto avanti. Attenzione anche ai movimenti di Hillary Clinton: non ha mai negato la possibilità di un terzo tentativo sensazionale.

16 novembre 2019 (modifica il 16 novembre 2019 | 21:32)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Source link