Home / Esteri / L'eleganza radicale è tollerata dai migranti, gli odiatori da Salvini

L'eleganza radicale è tollerata dai migranti, gli odiatori da Salvini



Cosa hanno in comune lo chef Rubio, l'autore Roberto Saviano, il giornalista Gad Lerner, il fumettista Vauro, il medico Gino Strada e il fotografo Oliviero Toscani? Sì, ok, sono rimasti tutti, ma non solo. Sono tutti odiatori che disprezzano e odiano Matteo Salvini .

Le insinuazioni dello chef Rubio

Un odio così profondo che lo scorso maggio, quando la posta per lo smistamento della posta a Roma cattura un proiettile diretto all'allora proprietario del Ministero degli Interni, lo chef della TV e l'host Chef Rubio colse l'occasione per suggerire che fosse di un padre. La storia di "Per me" è che ogni volta che fai figure di m … con le scatole vuote, una busta con un proiettile mi puzza. E poi facci sapere come stanno andando le indagini nei casi precedenti. Renditi più credibile ", dice lo chef in un video che si riferisce a un incidente che, secondo i media, non sarebbe stato affollato come al solito. E quando Salvini accusa una malattia mentre era a Trieste per aver celebrato i due poliziotti uccisi, ecco un nuovo assurdo innuendo: "Ogni volta che si prende in giro il giorno dopo arriva qualcosa di magico: proiettili in buste, coliche, ecc. ecc. Perché fai le foto quando fai gli esami del sangue per mostrare quanto sei bravo, perché mostrare e non il referto medico? Non vale la pena pubblicarlo. " E i continui messaggi di odio contro Salvini, ma anche contro la polizia e lo Stato di Israele furono fatali per lo chef Rubio, che, dopo aver violato il ricordo dei due ucciso gli agenti, fu prima determinato via Twitter dal conduttore Massimo Giletti (con l'approvazione di Salvini) e poi licenziato dal Discovery Channel per l'incrollabile calo delle classificazioni a seguito degli innumerevoli controlli versi. "Inaccettabile per un ladro disarmare un agente. I difetti di questa prossima tragedia evitabile giacciono sulle cime di un vecchio sistema che manda i giovani impreparati a morire fisicamente e mentalmente. Non mi sento sicuro nelle tue mani" Rubio ha twittato, attribuendo la morte dei due poliziotti a Salvini. Una vera ossessione.

Cartoonist Insults

Un'ossessione che nel corso degli anni ha anche battuto Vauro Senesi che attaccò il leader della lega in molti dei suoi cartoni animati raffigurandolo come un fascista o un migrante malnutrito e ribattezzato lui "Matteo Scheletrini" (anche a causa degli scheletri che la Lega Nord potrebbe avere nel suo guardaroba). Ma in televisione Vauro insulta che Salvini gli dà "il fascista" e "il razzista", mentre quando il caso Sea Watch si rompe fuori "il Ministro degli Interni diventa un" sfacciato "e" un "Oltre alle caricature che Salvini ha descritto come il nuovo Mussolini, ce n'è uno che si distingue più di chiunque altro: quel" capitano "è trafitto da un colpo di pistola. il filmista sul sito web di Michele Santoro sette modi per uccidere l'ex ministro del governo giallo verde, ovviamente trova la banca per un amico giornalista. "A non ci libera da un ministro degli interni ristretti e ignoranti che dovrebbero garantire la sicurezza di tutti i cittadini, indipendentemente dalla sua razza e dalle idee politiche e religiose che professa, offro una ragionevole ricompensa a un assassino che può praticare uno dei sette modi suggeriti da Vauro ucciderlo. Con la preghiera di contattarmi con la massima preoccupazione " Santoro scrive sul suo sito Web.

Per gli intellettuali di sinistra, Salvini è il male assoluto

Ancora nel campo giornalistico non potevano mancare gli insulti al vetriolo che Gad Lerner che alla fine perde l'occasione di presentarsi ai vari eventi del Carroccio con la viva speranza di essere offeso dai militanti della Lega Nord. "Salvini è un grosso gatto che deve masticare i nemici. Sono un piccolo la preda e la mia preda si rivelano piuttosto modeste, con altri, come Fazio, che sfruttano il fatto che i numeri erano davvero alti "ha detto negli ultimi mesi. Nulla è paragonabile a quando il giornalista lo vorrebbe morto nel 201

6: "Esplode una bomba all'idrogeno nella Corea del Nord e ha causato un terremoto. È un peccato che Salvini e Razzi non fossero nella loro patria prescelta. Per l'autore Roberto Saviano [19659008] invece, il leader della lega era "Ministro degli Inferi" ma soprattutto era così "pericoloso" da meritare "la prigione" per come trattava i migranti. Oggi, insieme a Giorgia Meloni, avrebbe la responsabilità per gli attacchi subiti da Liliana Segre Una serie di insulti che, rispetto a quelli pubblicati da Adriano Sofri nella sua rubrica sulla rivista, sembrano essere complimenti. "Senti, gross stronzo" è il titolo del pezzo scritto dall'ex membro della Brigata Rossa che già si dice tutto ciò che potrebbe essere il contenuto dell'articolo, completamente condiviso da Saviano. Per l'autore Michela M urgia che ha inventato il "fascistometro", è il leader della lega "fannullone", "codardo" e "disumano". L'attrice Asia Argento invece era più diretta e spontanea e, con un tweet, diretto: "Salvini merda" .

Il male dei benefattori Gino Strada e Oliviero Toscani

Gli epiteti tagliati negli ultimi anni da Gino Strada non sono meno sensibili , quando nacque il governo giallorosso, sollevò: "Salvini dal governo è un fattore positivo per gli italiani, indipendentemente dalla sua posizione di Ministro degli Interni. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno, ad eccezione di bulli, reazionari senza idea di istituzioni, persone che non hanno mai lavorato, che non hanno competenza, che non conoscono i meccanismi democratici … ". Salvini è secondo il fondatore di Emergency a " sbirro" a " bully ", un " fascista ", a " "e un " campione dell'ignoranza ".

Le dichiarazioni di Oliviero Toscani intervistato a La Zanzara poco dopo le elezioni in Europa, dicevano: "Chi ha votato per la lega non capisce molto, capisce fino a un certo indicare e non capire il futuro. Capiranno, ma ci vorrà del tempo. Non siamo ancora civili. " E ancora da La Zanzara in seguito ha aggiunto: " Salvini ha 45 anni, ma cosa ha fatto? "Non ha talento. Se non rompergli le palle. E poi la lega non è una festa, ma una diarrea." I confronti con "Dracula", "Hitler" o "Mussolini" sono sprecati e le volgarità raggiungono quel Salvini, che potrebbe avere "complessi mascherati", perché indossava le uniformi delle varie forze come ministro & # 39; ordine. Un crescendo di insulti che raggiungono il loro apice mentre la Toscana tuona: "Spero che accada che suo figlio è su una barca e non gli permetterà di salire a bordo può succedere a lui".


Source link