Home / Economia / La Svizzera respinge la "moneta sovrana" contro le banche

La Svizzera respinge la "moneta sovrana" contro le banche



La Svizzera ha respinto a larga maggioranza la proposta di "moneta sovrana", un radicale appoggio che avrebbe impedito alle banche di fare soldi per i loro prestiti. Secondo le prime previsioni per la svizzera Srf TV, circa il 74% degli elettori ha votato contro la proposta. I risultati finali sono attesi alle 17.00.

Lo svizzero fu chiamato per il referendum per il referendum sulla "moneta sovrana", che avrebbe rivoluzionato il sistema monetario e bancario svizzero: si propone che l'intera valuta o contante, ma anche le transazioni bancarie in conti bancari, entrambe emesse esclusivamente da banca centrale e che le banche commerciali non possono più dare denaro concedendo prestiti.

Il governo si oppose fermamente all'iniziativa promossa da un gruppo di economisti: "Un cambiamento così radicale nel sistema monetario minerebbe la stabilità e la reputazione del centro finanziario svizzero", ha sottolineato durante la campagna. Secondo gli ultimi sondaggi, anche la maggioranza degli elettori si è opposta all'iniziativa: le spiegazioni delle intenzioni del mese scorso hanno espresso il 54% del testo e hanno favorito il 34%. Ma poi, se le previsioni sono confermate, la percentuale di opposti è aspra nell'urna.

Oggi, gli elettori svizzeri decideranno il destino di una nuova legge sui giochi di denaro con l'obiettivo di adattare le regole per attività come roulette, blackjack e lotterie all'era dell'era digitale e proibire l'ingresso nel mercato nazionale
– includendolo in Internet: per gli organizzatori senza stato svizzero. Le indagini chiudono alle 12 e le prime tendenze sono attese nel pomeriggio.

© Tutti i diritti riservati


Source link