Home / Esteri / "La bellezza guarisce!" Papa Francesco inaugura una nuova casa per i senzatetto vicino a Colonnato St. Peters | NOTIZIE

"La bellezza guarisce!" Papa Francesco inaugura una nuova casa per i senzatetto vicino a Colonnato St. Peters | NOTIZIE



notizie

15 novembre 2019 – ROMA, ITALIA

Papa Francesco Senzatetto povertà

Sarà gestito da Apostolic Alms e Community of Sant & # 39; Egidio

Presentazione di III Giornata mondiale dei poveri, oggi 15 novembre 2019, ore 17:00, Il Santo Santo ha visitato e aperto un nuovo centro di accoglienza diurno e notturno a Palazzo Migliori a pochi metri dal Colonnato di San Peter. Il nuovo centro è affidato alla santità di Sua Santità ed è gestito dalla comunità di Sant'Egidio.
Papa Francesco fu accolto all'ingresso da Almsgiver, cardinale Konrad Krajewski da Mons Nunzio Galantino Presidente dell'APSA, dal Professore Andrea Riccardi e dal Prof. Marco Impagliazzo fondatore e presidente della Comunità di Sant & # 39; Egidio.
Dopo una breve visita al piano terra, destinato all'accoglienza durante il giorno, con alcuni affreschi moderni, il Santo Padre è andato alla cappella del centro al primo piano, dedicata a San George. Quando ha pensato all'ambiente, ha commentato: "la bellezza guarisce!" .

Ha quindi visitato il piano dedicato alle abitazioni, il terzo e le sale utilizzate come cucina, il secondo, mentre era seduto al tavolo con alcune persone che vivevano in centro e con volontari. Tra questi ci sono alcuni che vivevano per strada e che ora hanno trovato lavoro e una casa permanente sono impegnati come volontari nella struttura. Durante la conversazione con loro, Papa Francesco ha parlato della cultura dei rifiuti e della necessità di riguadagnare un senso di responsabilità verso i più poveri.
Ha ascoltato la storia dei volontari che per molti anni hanno cenato a coloro che vivono in strada e le difficoltà nell'organizzare i loro funerali. Infine, ha ricordato che da giovane era di solito pronto a lasciare un piatto durante i pasti, specialmente nei giorni festivi, per i bisognosi, sottolineando la necessità di "1

9459012" per educare i giovani alla compassione ". [19659010] Andrea Riccardi disse: "Penso che la cosa importante sia che affrontiamo il Vaticano, dentro e nel cuore del Papa, i poveri hanno una casa davanti al Papa. Questo è il territorio del Vaticano, appartiene al Vaticano e noi a Sant & # 39; Egidio sono molto lieti di poter collaborare anche con gli Alleati Vaticani (19459016).

IL LUOGO
La struttura, a pochi metri dal Colonnato di Piazza San Pietro, occupa un intero edificio con quattro piani (quasi 2.000 metri quadrati) di proprietà del Vaticano nell'area extraterritoriale, dopo essere stato liberato da una congregazione religiosa femminile, che lo usò fino a pochi mesi fa, Papa Francesco voleva dedicarlo a questo lavoro di beneficenza per Pertanto, l'amministrazione del discorso dello Stato Santo lo ha trasferito con prestiti gratuiti a Elemosineria Apostolica e sarà gestito dalla Comunità di Sant & # 3 9; Egidio .

Il nuovo centro di accoglienza diurno e notturno prende il nome Palazzo Migliori porta il nome della famiglia del proprietario che lo vendette poi al Santo Santo del 1930. È un palazzo costruito all'inizio del 1800 Il secolo, con arredi eleganti e nobili, dotato di ascensore per consentire anche l'accesso agli anziani e ai disabili. Al primo piano c'è una grande cappella, riservata alla preghiera personale e comunitaria dei volontari e degli ospiti.

Le camere occuperanno il terzo e il quarto piano e possono ospitare uomini e donne fino a 50 persone, un numero che può aumentare durante il periodo di emergenza fredda. Le persone che pernottano possono gustare la colazione e la cena cucinate in cucina al secondo piano. La cucina del centro, ben attrezzata, servirà anche un gruppo di diaconi volontari e permanenti nella diocesi di Roma per preparare più di 250 pasti caldi, che vengono distribuiti ai poveri nelle principali stazioni ferroviarie della città per diversi anni la sera. : Termini, Tiburtina e Ostiense.

Il primo e il secondo piano saranno utilizzati anche per il servizio diurno, gestito e sempre animato da volontari, con sale per l'ascolto e le interviste, l'uso del computer, la lettura e la ricreazione e altre attività educative e culturali. Tutto il lavoro, eseguito da un gruppo di senzatetto e società specializzate, è stato seguito e finanziato dalle elemosine apostoliche, attraverso le offerte che derivano dalla distribuzione di pergamene con Benedizione Apostolica e attraverso generosi contributi di privati. Inoltre, Alms, insieme alla comunità di Sant'Egidio, si è impegnata a sostenere finanziariamente le attività dell'intero centro.

GUARDA LA FOTOGRAFIA >>

fbq (& # 39; init & # 39;, & # 39; 1221155437968653 & # 39;); fbq (& # 39; track & # 39;, & # 39; PageView & # 39;);
Source link