Home / Italia / Il sostenitore morì in scontri prima dell'Inter-Napoli: fu arrestato l'investitore Belardinelli

Il sostenitore morì in scontri prima dell'Inter-Napoli: fu arrestato l'investitore Belardinelli



"Ma è stato gettato sotto …". Un'opinione Parlato in macchina, parlato con il suo avvocato e non prima dei pubblici ministeri Rosaria Stagnaro e Michela Bordieri che lo avevano chiamato a Milano nel marzo 2019 per essere interrogato. Fabio Manduca, ultra leader napoletano alla guida di Renault Kadjar che ha travolto e ucciso Daniele Belardinelli il 26 dicembre 2018, prima dell'Inter-Napoli, non ha parlato prima del magistrato. Ma quella frase, per gli investigatori, fu una risposta cruciale.

rope




Local

Video verità sulla battaglia tra Ultrar in Inter e Napoli

Una sorta di riconoscimento insieme alle immagini delle telecamere, alle testimonianze, ai risultati delle indagini: solo l'auto per i 39 anni il vecchio Manduca, tra quelli analizzati, avrebbe mostrato segni di investimento e schiacciamento. Manduca ha pregiudicato il furto, la ricezione, il traffico e la contraffazione. E nella notte degli incidenti, salì a bordo della Renault alla guida di "Mastiffs", un gruppo ultra tra quelli più vicini agli ambienti della Camorra. Suv era tra i fondi che provenivano da Napoli in modo autonomo rispetto al resto dell'allegria organizzata. La curva dell'Inter nord ha teso un'imboscata in Via Novara

che è stata suonata ….

Manduca è stato arrestato all'alba questa mattina nella sua casa di Napoli. Il divieto di omicidio volontario è firmato dal giudice istruttore Guido Salvini. Non disse nulla agli agenti Digos. Nella vita, è il proprietario di una casa funeraria con suo fratello. Sulla sua pagina Facebook, continua a riferirsi a Gomorra e recentemente a un post sulla pagina del sistema "O", contro la pentita Mafia con le parole di Raffaele Cutolo, il fondatore e leader della neonata Camorra; con il capo che ritorna a un'intervista con la Repubblica nel 2006, anche un riferimento al procuratore Francesco Greco, che, secondo la Camorra nel 1994, ha cercato di convincerlo a pentirsi. Oggi è stata la Procura di Milano, ora guidata da Greco, a coordinare le indagini con la Rep. Letizia Mannella per l'arresto dell'ultra napoletano.

È accusato di eccesso di velocità, poiché il gruppo di ultraintrusi ha invaso la strada con un attacco pianificato, completo di pipistrelli, coltelli e bastoncini. Il Napoli ultra, soprattutto dopo aver superato un'altra macchina nella roulotte, un'Audi A3, avrebbe puntato dritto verso il gruppo delle corse ultra, investito – secondo l'accusa – volontariamente Belardinelli (39 anni, ultra di Blood Honor di Varese, i fan in coppia con l'Inter ), passò sopra il corpo e poi proseguì per la marcia.

Fan che è morto a Milano durante gli scontri per l'Inter-Napoli: armi abbandonate dall'Ultran nel parco

A marzo, tuttavia, avevano ricevuto cinque penalità fino a 3 anni e 8 mesi e una trattativa di base (per Luca Da Ros, il solo uno che ha collaborato alle indagini) per i 6 ultralisti arrestati per risse aggravate e altri crimini pochi giorni dopo abusi di tipo "militare", inclusi i leader della curva con Marco Piovella e Nino Ciccarelli.