Home / Italia / Grazie e Nencini Renzi guardano un gruppo di persone autonome a Senato. Boschi: "È più costoso prendere il centro"

Grazie e Nencini Renzi guardano un gruppo di persone autonome a Senato. Boschi: "È più costoso prendere il centro"



Grazie al Psi e e Riccardo Nencini in renziani, sono costati un gruppo autonomo in Senato sfrutta di confusione nel variegato Misto di Palazzo Madama. La notizia, che circolava da giorni, è diventata ufficiale. "Cost The State of the Union and the New Senate Group:" Partito Socialista-Italia Viva ", annunciato in una nota al segretariato della Psi, Enzo Maraio e al Presidente della Psi, al senatore Riccardo Nencini. "Il Psi manterra sua autonomia politica e identità", detti.




Politica

Sondaggi, Lega sempre primo partito. Il Pd sconta secondo Renzi

A Nencini fa capo infatti "Insieme" può essere utilizzato per presentare tutto il massimo elettorale e la ricerca dell'estremo fronte dei nuovi regolamenti del Senato sui costi di autonomia e legislatura del legislatore (normativa proprio per evidenze trasformistiche). all ultimate elesion.

Alla ricerca della pattuglia di 15 senatori del gruppo proprietario. Pronto ad accogliere eventuali nuovi transfughi. a. Dopo nel caso di Donatella Conzatti, che non vuole aggiungere gli azzurri. L'ex premier spera anche in possibilità innesti da altre forze. Magari qualche deluso 5Stelle alle seconda legislatura. Renzi intanto ha chiarito che la guida provvisia dell'Italia Viva sarà affidata a Teresa Bellanova ed Ettore Rosato . A che ogni incarico ava rega: la parità di genere.

Riepilogando, in senatori del nuovo groupo in Palazzo Madama sono – oltre a Matteo Renzi Davide Faraone (possibile capogruppo ), Giuseppe Cucca Laura Garavini Eugenio Comincini Leonardo Grimani Mauro Marini ] Daniela Sbrollini Ernesto Magorno Francesco Bonifazi (sarà il thesoriere), Teresa Bellanova (che guiderà la delegazione al governo), Valeria Sudano Nadia Ginetti Donatella Conzatti – che ha forza Forza Italia – e Riccardo Nencini .

Ed è nato il groupo anche alle Camera (dove non esistevano problemi di regolamento). Al groupo aderiscono 26 deputati: Lucia Annibali (simbolo della battaglia contro la viola), Michele Anzaldi, Maria Elena Boschi (che potrebbe essere capogruppo) Nicola Carè, Matteo Colaninno, Camillo D'Alessandro, Vito De Filippo, Mauro Del Barba, Marco Di Maio, Cosimo Ferri, Silvia Fregolent, Maria Chiara Gadda, Roberto Giachetti – che oggi si è dimesso dal Consiglio comunale di Roma – Gianfranco Librandi, Luigi Marattin, Gennaro Migliore, Mattia Mor, Sara Moretto, Luciano Nobili, Lisa Noja, Raffaella Paita, Giacomo Portas, Ettore Rosato (coordinatore della nuova forza politica), Ivan Scalfarotto, Gabriele Toccafondi (che arriva dal Misto, Civica e popolare) Massimo Ungaro.

Maria Elena Boschi evoca nuovi possibilità addii al centrodestra. "Sei in parlamento alle stesse elezioni parlamentari degli stanchi dell'estremismo di Salvini e all'Esca dal centrodestra. È successore del senato Donatella Conzatti, una coraggiosa senatrice che ha aderito a 'Italia Viva', non così se saranno altri che faranno questa scelta però ecco, non è che stiamo facendo campagna acquisti ". Un riassunto del primo ministro del governatore: "Conosco Conte da anni, il credo è reso in relazione alla non presentazione di problemi, ma piuttosto a un'auto con l'idea e il vicino".

Il capogruppo alla Camera, Graziano Delrio intanto avverte. "Una ricerca di un parlamento politico e costituzionale non costituzionale con Renzi, lo stato del governo statale, Pd".

In segreteria, Nicola Zingaretti : "I am mi auguro – dice al Tg1 – Viva non ho avuto alcun impatto sull'esecutivo perché abbiamo fatto una fatica enorme per dare vita a questo governo ". Un servizio: "La cosa positiva è il figlio di migliaia nel caso della sua iscrizione al Partito Democratico in questione".


Source link