Home / Economia / Frena Wall Streeet e borse europee chiuse in rosso – Repubblica.it

Frena Wall Streeet e borse europee chiuse in rosso – Repubblica.it



MILANO – L'improvviso rallentamento di Wall Street ha influito negativamente sulla chiusura delle borse europee. Milano riesce a ridurre il danno, con il più importante indice Ftse Mib ridotto dello 0,14%, mentre Parigi lascia lo 0,87% a terra, Francoforte lo 0,47% e Londra l'1,05%. Lo spread rimane a un tasso di 200 punti ed è deciso a chiudere a quota 199, con il mercato che scommette sul fatto che ci stiamo muovendo verso un possibile governo del Pd-Cinquestelle per evitare elezioni anticipate.

Come accennato, fu la Borsa di New York, che cadde in territorio negativo, in seguito alla nuova inversione della curva del Tesoro e ai dati deludenti dei settori manifatturieri e dei servizi. Tuttavia, l'attesa è tutta all'incontro che si è aperto a Jackson Hole, nel Wyoming, dove sono attese tutte le principali banche centrali del mondo e dalle quali sono previsti suggerimenti di possibili nuovi stimoli monetari in cantiere per far fronte alla crisi dell'economia globale. Particolare attenzione è rivolta all'intervento di domani da parte del presidente della Federal Reserve Jerome Powell. Nel frattempo, anche oggi, un nuovo attacco di Trump è arrivato al numero uno della Banca Centrale degli Stati Uniti: "La Germania vende obbligazioni trentennali offrendo rendimenti negativi. La Germania è in concorrenza con gli Stati Uniti. La nostra Fed non ci consente di fare ciò che dovremmo, mette noi in una posizione di svantaggio. Dollaro forte, nessuna inflazione! Si muove come sabbie mobili "

In Piazza Affari, che aveva anche guadagnato lo 0,8% prima di dare terra nel pomeriggio, è supportato dal settore bancario (con Ubi + 1

,8% e Unicredit + 1,1%), Pirelli (+ 2,6%) e Tenaris (+ 1,3%), favoriti dal massimo ordine concesso da Abu Dhabi National Oil con una quota da 1,2 a 1, 8 miliardi. Comprende invece Moncler (-2,1%), Italgas (-1,6%) e Leonardo (-1,7%).

Nel mercato dei cambi, l'euro, poco dopo aver recuperato $ 1,11, torna indietro e chiude la sessione a 1,108 ($ 1,1078 all'inizio e 1,099 ieri) e vale 118,04 yen (117,8080 all'apertura e 118,17 ieri), mentre il dollaro è 106.44. Il petrolio è in calo con il WTI, che scende dello 0,7% a $ 55,25 al barile.

"La Repubblica combatterà sempre per difendere la libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della società civile"

Carlo Verdelli AGGIUNTA ALLA REPUBBLICA

<! –

Non siamo una parte, non stiamo cercando il consenso, non stiamo ottenendo fondi pubblici, ma siamo in piedi accanto ai lettori che ci comprano ogni mattina in edicola, guardano il nostro sito Web o si iscrivono al rappresentante.
Se sei interessato a continuare ad ascoltare un altro orologio, forse incompleto e alcuni giorni fastidiosi, continua a farlo con convinzione.

Mario Calabresi Sostieni il giornalismo
Iscriviti a Repubblica

-> <! –

->

Soggetti:
Borse
Wall Street

Source link