Home / Esteri / Emergenza Libia, ONU: "30. 200 sfollati da Tripoli" – Medio Oriente

Emergenza Libia, ONU: "30. 200 sfollati da Tripoli" – Medio Oriente



30 200 Il numero di sfollati dall'inizio dei conflitti armati a Tripoli e nell'area circostante è salito a . L'Ufficio per gli affari umanitari delle Nazioni Unite (Ocha) scrive questo in un "flash update" sulla situazione alla periferia della capitale, affermando che le violazioni del diritto internazionale umanitario, come gli attacchi irragionevoli in corso su civili e strutture, sono di grande preoccupazione. e personale medico. "La violenza irragionevole, specialmente con attacchi missilistici e mortai – aggiunge alle agenzie delle Nazioni Unite per gli affari umanitari – ha colpito Tripoli e il suo ambiente, con sempre più quartieri colpiti. Proteggere le persone colpite dal conflitto trasferendole in aree più sicure e negoziare La morte in Libia continua a crescere giorno dopo giorno, di 220 morti e 1

.066 feriti nelle battaglie a Tripoli e nell'ambiente da quando sono iniziate le ostilità Questo è stato pubblicato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) in Libia, e ha sottolineato che tra le vittime ci sono operatori sanitari, donne e bambini.

Il presidente Donald Trump ha avuto una telefonata con il maresciallo Khalifa Haftar per discutere degli sforzi anti-terrorismo e "la necessità di raggiungere la pace e la stabilità ". La Casa Bianca lo conferma "Il presidente ha riconosciuto l'importante ruolo di Haftar nella lotta contro il terrorismo, e i due hanno discusso una visione comune per la transizione della Libia verso un sistema politico stabile e democratico."

"Non si può fare nulla in Libia se non c'è una solida comprensione franco-italiana e non c'è via d'uscita dalla crisi se non è politica ". Lo ha detto il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian in una conferenza stampa con Enzo Moavero alla Farnesina. "Abbiamo entrambi scritto una dichiarazione approvata da tutto il G7, quindi abbiamo pensato che ci saremmo incontrati il ​​prima possibile qui a Roma per rafforzare la nostra coesione su questo tema", ha aggiunto. "La crisi in Libia può essere molto pericolosa, quindi è importante fare un punto", ha sottolineato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA