Home / Sport / Elliott, Pioli necessitava di una transizione, anche se la squadra non è asimmetrica, ma è anche buona.

Elliott, Pioli necessitava di una transizione, anche se la squadra non è asimmetrica, ma è anche buona.



Elliott ha rimborsato l'obbligazione cinese emessa alla Borsa di Vienna che era rimasta senza interessi, ha cancellato i debiti della società, rimborsato un saldo inferiore a 126 milioni di EUR nel giugno 2018 e uno da meno 146 a giugno 2019. Elliott sta per assicurare la compagnia di un asset strategico come lo stadio, ha dato una nuova linea per avere attività in rosa (Leao) e non pesi (si), ha ricapitalizzato Milano, che oggi ha un patrimonio netto di 83 milioni, mentre quando è arrivato il fondo alla fine di luglio 2017, ha trovato solo i 35 milioni che aveva preso in prestito per registrarsi (!) al campionato. E ti lamenti anche tu? Certo, la cifra è impressionante, ma evita di muoverti: Boban e Massara sono arrivati ​​il ​​1

luglio e non sono gravati dai loro salari in un bilancio che è stato chiuso il 30 giugno, Milano ha solo fatto trapelare che non ci saranno trasferimenti migliori a gennaio per questo era stata la maggior parte delle tesi. Nessuna notizia è trapelata al mercato in entrata, dato che il disastro era stato in uscita, quindi se ci sono opportunità a gennaio, perché no? Ma come Paolo Maldini afferma che le cose andranno a posto, dobbiamo lavorare con calma e sicurezza. In ogni caso, il lupo, il lupo, proveniente da alcuni ambienti con toni davvero da pavimentazione, almeno 146 è stata un'occasione mancata per tre motivi. Uefa crede, e forse lo ha pensato, che i fondi vanno e vengono, che sono in qualche modo casuali, invece di affrontare cifre di deficit così esigenti, Elliott garantisce la solidità, la liquidità e la continuità di Milano. È un rutto libero a Milano (non lecchiamo, anche perché se parliamo di leccare sia la guappet che il suo infelice segretario leccerebbero dieci volte di più se solo qualcuno gli avesse dato la possibilità prima o poi), quando questo è un club che non effettua depositi: 70 milioni per Piatek e Paquetà? 70 milioni hanno sofferto nel primo bilancio. Questo non è un bilancio che viene irrorato da plusvalenze che dipendono dai giovani o si diffonde nel tuo buon cuore, ma un bilancio come se tutti in Italia lo facessero, sai come impedire ai cittadini di parlare di qualcun altro … Ah, ma poi per Suma tutto va sempre bene ….. Certo che no, quando l'avvocato La Scale si rende conto che Milano non rischia nulla, ma che fino a quando non c'è equilibrio tra entrate e spese è il vero rischio di restrizioni del mercato ha una ragione perfetta. Questo è il punto e questo spiega perché Modric non è arrivato in estate: aggiungi i suoi 12 milioni di stipendi netti e zero valore di deprezzamento a questo saldo, e poi diverso da Apocalypse … L'unica risposta che sentiamo di poter dare all'avvocato è che non è facile e che non sarà breve, ma l'equilibrio che giustamente afferma è ciò che tende la proprietà rossonera. E ha iniziato a dimostrarlo solo l'estate scorsa.

Il bravo Federico Buffa ci dice che il Milan entrerà in Champions League ridendo e ci ha anche detto di scriverlo. Per noi che siamo fan e che siamo entusiasti sia per un po 'che per molto tempo è stato un brutto momento. Federico dice che se fai il peggio dei primi sette giorni del 1938 e sei a 4 punti dal quarto posto, allora è davvero scritto. Lo teniamo lì. Come altre due cose che ci aveva detto nel corso degli anni e che sono state controllate regolarmente. Pioli: ne abbiamo ascoltati due. Un nostro caro amico, chiaramente deluso, ci dice che Pioli è un amministratore fiduciario. Un altro ci dice che è l'uomo giusto al momento giusto, non vola con il bastone, ma capisce cosa c'è da fare nella squadra e fa ciò che è necessario. E cosa diciamo? Cosa facciamo Quello che vuoi fare con noi, siamo noi che, nonostante l'influenza, ci riempiamo di abiti per essere a Milanello oggi, per combattere, vivere, amare Milano. Ci fidiamo di Pioli e gliel'abbiamo detto. Sfortunatamente, l'attaccante preme sul piatto giusto e sul lato destro, altrimenti la squadra diventa asimmetrica e rimane un concetto sul computer del nostro excoacher. Persona eccellente, gran lavoratore, ma il suo calcio non ha raggiunto il campo, non ha raggiunto la squadra. E le stesse persone che oggi ci rendono la lezione pretico per la quale hanno avuto troppo poco tempo sono le stesse persone che hanno scritto il povero diavolo e simili. Pioli non porta nemmeno la borsa grande dalle montagne, ma probabilmente non deve dirlo. Con l'educazione, ma indica al club che a livello metodologico e strutturale è necessario svilupparsi nel centro di formazione. E sempre con l'educazione dice ai giocatori che le tattiche sono buone, l'organizzazione è buona, ma poi sono anche buone, specialmente per gli attaccanti, le loro scelte e la loro ingegnosità. Perché sono nel campo. E saremo anche domani con tutte le nostre anime accanto a loro. Per quello che significa molto poco, ma possono sempre contare su di esso.


Source link