Home / Salute / Covid-19, ecco un tessuto che cattura e uccide il coronavirus

Covid-19, ecco un tessuto che cattura e uccide il coronavirus



Può essere utile riposare sulle superfici per combattere la diffusione del virus nell’ambiente circostante tramite l’aerosol. Il filtro, basato su una spugna di nichel riscaldata ad alte temperature, è riuscito a bloccare e uccidere il 99,8% di un campione d’aria contenente Sars-Cov-2

filtro
(foto: Brightstars via Getty Images)

Contro il nuovo coronavirus L’innovazione e l’ingegnosità non mancano per i ricercatori di tutto il mondo. Oggi, ad esempio, un gruppo di ricercatori, incluso il team dell’Università di Houston, ha creato un nuovo filtro, costituito da uno schiuma di nichel (un materiale molto sottile e poroso) che, grazie a specifiche proprietà fisiche, può intrappolare e uccidere il virus Sars-Cov-2 sotto forma di aerosol, sospeso in aria. I risultati sono pubblicati su Materiali oggi Fisica.

Lo studio, un tessuto poroso

I ricercatori hanno creato il nuovo filtro con nichel commerciale riscaldato a 200 ° C formando una specie tessuto spugnoso e perforato: la schiuma di nichel è poroso, flessibile ed elettricamente conduttivo e grazie a queste e altre proprietà può bloccare il nuovo virus corona. I ricercatori lo hanno testato presso il Galveston National Laboratory, un laboratorio dell’Università del Texas che si occupa dello studio e della diagnosi di malattie tropicali. Per fare questo, hanno usato un campione di Sars-Cov-2 sotto forma di aerosol concentrato posto a contatto con il filtro.

Gli studi hanno rivelato che il materiale è riuscito distrugge il 99,8% del virus. Altrettanto successo è il risultato con un test sperone di antracenile – il batterio Bacillus anthracisFortunatamente, infezione molto rara e mortale: in questo caso, il 99,9% delle spore è stato eliminato dal filtro.

Fermare l’infezione attraverso l’aerosol

La nuova tecnologia fornisce uno scudo, spiegano gli autori, una difesa di prima linea contro il nuovo coronavirus, ma anche contro le future minacce alla salute, come altri agenti patogeni, rispetto a diffusione aerotrasportato, cioè, anche aerosol contenente frammenti di saliva molto piccoli, meno di 5 micron (migliaia di millimetri), considerando che le maschere e le altre misure sono e saranno sempre importanti. L’OMS ribadisce che l’infezione è principalmente causata da gocce e con l’aerosol potrebbe non essere tra i percorsi di trasmissione più importanti, in tutti i casi molti ricercatori non sono d’accordo e pensare che la diffusione aerea non dovrebbe essere sottovalutata.

“Questo filtro”, ha spiegato Zhifeng Ren, “Può essere utile negli aeroporti e a bordo Piano, in carica, il scuole e in crociera per fermare la diffusione dell’infezione da Covid-19 “. L’intenzione è di proporre un modello da posizionare su superfici (ad esempio sul desktop) che possano pulire l’ambiente circostante. L’idea è di iniziare a diffondere il filtro in fasi successive, prima negli ambienti con un’alta presenza e quindi ad alto rischio di infezione, come le scuole, ospedale e strutture sanitarie come case di cura e RSA pubblico e Piano, dove le distanze sono difficili – sebbene esistano e ci saranno altre precauzioni (inclusi alcuni minuti di scambio d’aria e filtri Hepa).

Potrebbe interessarti anche




Source link