Home / Sport / Come Roma, Pallotta ha un forte partner in arrivo

Come Roma, Pallotta ha un forte partner in arrivo




Il possibile nuovo partner di James Pallotta è nella capitale. Emissari di Dan Friedkin 54 anni e figlio di Thomas morto due anni fa, è sbarcato per studiare le storie di Roma . L'intenzione dell'americano, considerata dalla rivista Forbes come il 504esimo uomo più ricco del mondo (stimato $ 4,2 miliardi in beni personali), è quella di unirsi alla società del Texas "The Friedkin Group" nel club giallorosso. Dai soci al presidente giallorosso o anche come nuovo azionista di maggioranza che ha assunto le quote del presidente e in parte aumentando il capitale.
PRIMO PASSO ̵

1; Il consigliere Goldman Sachs, con un team americano, ha avviato il processo di vendita per conto di Roma . Ci vorranno alcune settimane, un tempo che verrà utilizzato per raccogliere annunci di interesse da potenziali nuovi membri, alcuni dei quali si sono già presentati alla fine dell'estate. Esistono attualmente tre tipi di argomenti: private equity, investitori nel settore calcistico e family office. I consulenti aziendali di Giallorossi saranno invitati a valutare gli argomenti più ambiziosi e competitivi. Friedkin è davvero tra questi, come confermato nell'ultima assemblea degli azionisti del 28 ottobre a Trigoria dal CEO Guido Fienga e dal vicepresidente Mauro Baldissoni . E insieme alla compagnia del Texas, ha contattato anche un gruppo degli Emirati Arabi Uniti.
STUDIO DIPENDENTE – Tre settimane fa, i partner di Roma hanno approvato un aumento di capitale di 150 milioni per coprire le esigenze finanziarie del club. Quindi, da Houston, Friedkin è uscito all'aperto per annunciare il suo viaggio nella capitale. Ovviamente, la due diligence non è ancora in corso (per rappresentare la società texana c'è JP Morgan, una multinazionale americana con sede a New York e con uffici anche a Roma), che dovrebbe ufficialmente partire solo dopo il reclamo del consigliere Goldman Sachs. Tuttavia, gli avvocati di Friedkin hanno già incontrato il management di Pallotta per saperne di più sulla situazione del club Rom. L'obiettivo del potenziale acquirente, importatore della Toyota negli Stati Uniti, è quello di unirsi all'AS Roma SPV LLC, la società madre del club giallorosso con sede nel Delaware, che conta una ventina di membri.
NUOVO TENTATIVO – A Pallotta e al suo entourage, già durante il precedente aumento di capitale (maggio 2018), viene offerta una quota delle azioni del Gruppo Friedkin. La società texana, che poi passò anche attraverso una due diligence, rifiutò l'ingresso nella società giallorossa. Ora invece, ha deciso di accettare l'invito di Pallotta. Ciò è accaduto in agosto quando i 275 milioni di obbligazioni, annunciati e lanciati a fine luglio, sono stati interamente sottoscritti (principalmente dagli investitori statunitensi) ad un tasso del 5,25%. Dobbiamo vedere se la sua quota sarà bassa e quindi non cambierà l'attuale gestione del club, stimata da Boston tra 800 e 1 miliardo di euro, calcolata sulla costruzione dello stadio di Tor di Valle. Ma nell'ufficio di Viale Tolstoy, i dirigenti giallorossi non escludono che Friedkik decida di sforzarsi di prendere la maggioranza delle azioni in breve tempo liquidando direttamente Pallotta. L'anno scorso, Paul Edgerley, partner del presidente anche dei Boston Celtics, ha acquistato 19 milioni di azioni in Spv Llc, che controlla il 100% di Neep, detentori del 79,044% delle azioni di As Roma. Spv Llc possiede il 3,125% delle azioni con diritto di voto del club ed è guidato da Pallotta, che ha diluito i suoi 11,8 milioni di azioni a 76,5 internamente e Richard D & # 39; Amore, l'altro forte partner di Michael Ruane, ora ha 20 , 1 milione di azioni.

<! –

->

Ultimo aggiornamento: 07:29



© RIPRODUZIONE RISERVATA


Source link