Home / Economia / Cambiamenti nella parte superiore della Ducati

Cambiamenti nella parte superiore della Ducati



Ducati comunica i seguenti cambiamenti organizzativi: il dipartimento di ricerca e sviluppo è affidato a Vincenzo De Silvio che sostituisce Andrea Forni nel ruolo con l'obiettivo, tra l'altro, di migliorare e migliorare le competenze tecniche di un'area strategica Ducati.

Vincenzo De Silvio trascorse oltre 18 anni in azienda, iniziando con la Ducati Corse e poi passando alla ricerca e sviluppo dove era ingegnere del motore.

Ad Andrea Forni è stato assegnato il ruolo di Direttore della qualità . In Ducati da 31 anni, sempre impegnato in ruoli tecnici, metterà la sua esperienza e competenza al servizio di questo ente per continuare i lavori di miglioramento avviati da Andrea Gesi e dal suo team.

Il Production Manager è assegnato ad Andrea Gesi, allo scopo di guidare l'area nel processo di trasformazione digitale e modernizzazione dei processi. In Ducati da 21

anni, Gesi porta con sé questo ruolo di esperienza derivante da esperimenti e progettazione di veicoli, nonché nella gestione della qualità, di cui è stato direttore negli ultimi otto anni. Sulla base della sua nuova posizione, Andrea Gesi è entrato a far parte del Comitato di gestione Ducati e del Consiglio di amministrazione di Ducati Motor Thailand.

Silvano Fini, che è stato con la Ducati per 27 anni, lascia il direttore di produzione per entrare nel dipartimento della catena di approvvigionamento . In collaborazione con Federico Sabbioni, dovrà strutturare e offrire ai Fornitori Ducati una consulenza specializzata sull'ottimizzazione dei processi per migliorare la qualità e l'efficienza dell'intera catena di fornitura.

A seguito di questa riorganizzazione, il Consiglio di amministrazione di Ducati Motor Holding è ora composto da: Claudio Domenicali (CEO), Oliver Stein (Finanza, Controllo e IT), Sebastian Patta (risorse umane e responsabilità sociale d'impresa), Francesco Milicia (Vendite globali e After Sales), Andrea Gesi (Produzione), Vincenzo De Silvio (R&S) e Federico Sabbioni (Supply Chain).


Source link