Home / Italia / Bonaccini-Borgonzoni, duello in TV «Mi vinco» «La lega dà risposte»

Bonaccini-Borgonzoni, duello in TV «Mi vinco» «La lega dà risposte»



[ad_1]

ROMA Anch'io sono solo? Non ho bisogno di ragazze tata, se vinco, e possibilmente, devo controllare l'Emilia-Romagna come ho fatto finora. Questo voto deve servire a inviare una menzogna al governo. Se i ministri e i parlamentari vogliono venire, sono i benvenuti, solo per risolvere i problemi, voglio prima l'autonomia, afferma Stefano Bonaccini, candidato (al momento) solo al Partito Democratico. Le cinque stelle? Potrebbero prendersi la responsabilità di scegliere me.

Ho anche seguito? Le riviste mi inseguono solo quando sono con Salvini, almeno tutti rappresentano una festa, anche lui, che gli piaccia o no, risponde Lucia Borgonzoni, senatrice in campionato, in violazione di un bel po 'di mezzo giusto (Meloni rimane freddo) il che spiega: noi membri della Lega Nord attiriamo il consenso perché possiamo dare risposte che la sinistra non può dare di più. Gli emiliani e i romagnoli votano, ma poiché esiste una manovra che ha colpito la nostra regione e che ci ha colpito, è ovvio che la discussione sta andando a livello nazionale.

Tu, 43 anni, già tredici anni, giovane laureato in Belle Arti della Lega Nord, capelli ramati sporgenti sulla camicia bianca, lui 52, radice bersaniana, liceo scientifico, occhiali a forma di goccia e barba scolpita, Principe di Giubbotto gallese senza cravatta, i due rivali alle elezioni generali del 26 gennaio per la conquista della regione Emilia-Romagna – quella che poteva salvare o sostenere il Conte 2 – si sfidarono per la prima volta nello studio di Cartabianca a Raitre, di Bianca Berlinguer, con una fotocamera pro shake di prima mano. Ma per un momento e già litigando sui tempi di recessione (Finch c & # 39; Bonaccini i poveri saranno trattati come i ricchi, promette), quelli del rimborso alle vittime del terremoto, i fondi per proteggere il territorio e le case popolari, saltare da lei a te e viceversa.

Il governatore lavora per la sicurezza : Più di 200 sindaci dell'Emilia e della Romagna sono con me, la priorità non è lo ius soli ma il rischio idrogeologico. Durante gli ultimi mesi di dieta ed esercizio fisico all'alba, ha perso nove chili, postato una foto di se stesso sui suoi social media mentre faceva addominali e aveva un picco eccezionale di Mi piace, in particolare le donne. E agli avversari che lo accusano di bassa produttività, ribadisce che lavora dalle 12 alle 14 ore a D. Ora può anche contare sul movimento di sisalin da Piazza Maggiore nuotando in tutta Italia, ovunque la lega debba essere respinta

Bellicosa ( Parliamo di Bibbiano in aula) padre del partito democratico con il quale ha tagliato i ponti (non viviamo sotto lo stesso tetto da quando avevo sei anni), Lucia Borgonzoni ha lasciato il segno nel 2014 quando lei come consigliere comunale ha avuto un botto da un Sinti durante un'ispezione in un campo nomade. Da allora, Salvini l'ha promossa prima nel sottosegretario al patrimonio culturale nel governo giallo-verde e poi l'ha avviata nella corsa per la presidenza della storica fortezza rossa con la Conferenza PalaDozza. Anche se lui, che capita a molti, ha sbagliato una volta e in un post lo ha chiamato Bergonzoni. Prima rilasciamo la regione Emilia-Romagna e poi rilasciamo l'Italia. Il capitano batte su Facebook. Dal calpestio è ancora molto, poiché le indagini iniziali sono almeno incerte.

19 novembre 2019 (modificato il 19 novembre 2019 | 23:22)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

[ad_2]
Source link