Home / Economia / Bolletta del gas da 21mila euro. "Non si preoccupi". Poi gli arriva la stangata

Bolletta del gas da 21mila euro. "Non si preoccupi". Poi gli arriva la stangata



 Il pagamento delle bollette (foto Borghesi)
Il pagamento delle bollette (foto Borghesi)

Firenze, 21 settembre 2019 – Il signor Giorgio Ghelardini non se lo sarebbe mai aspettato. Loi, comune cittadino, che vive a Firenze in un appartamento per ille paga al massimo 3mila euro l'anno di gas e che invece, a giugno scorso, riceve da Eni una bolletta da 21mila euro che accompagna da una lettera in cui è motivata a seguire da una lettura da remoto dei consumi da contatore.
«Ma io – racconta – ho ancora il contatore vecchio, non quello elettronico. Impossibile, dunque, che hanno fatto una lettura da remoto. Impossibile anche che abbia consumato 21mila euro di gas. Così, mi attacco al telefono e chiamo il call center ». L'unico segno dei Ghelardini riceve tutte le rassicurazioni del caso.

"Non si preoccupi, c'è stato un errore, mi dicono. Probazioni di scambio di numeri di contatore. Mi dicono anche che mi sarebbe arrivata un'altra fattura. Siamo tranquillizzo, ma continuiamo a lavorare continuamente ». Dopo venti giorni dalla fine, arriva una nuova palla. Il conto 21mil vale 20.818,81 € per pagare. Ghelardini è una preoccupazione, non così pericolosa, come il nuovo ufficio del call center e gli operatori contrari di racicura.

"Non si preoccupi, mi dicono, er un errore", prosegue il racconto il signor Giorgio. "Sono preoccupato, err, pi t che, rientrato dalle vacanze, ricevo un sms in cui si preanunncia l'arrivo di una raccomandata da un legale".
Incanalano il diffuso e pagato regolarmente di quasi 21mila. È un must per chi vuole competere in Codacons Tuscany per auto chic. Nel frattempo, riceve un'abitazione bolletta, questa volta dall'importo 'normale' di 80 euro, con la dicitura «le fatture precedenti avvenivano regolarmente». Che il caso sia risolto? Prevedi una comunicazione di comunicazione con la mancanza di credibilità di recupero e recupero?

Il centro di non chiamata non ha una situazione o un gas cosmopolita o residuo, tramite i Codaconi di Toscana, il firmatario Giorgio invoca la verifica documentale della corte, la garanzia di sicurezza governativa e sociale e oltre agli avvocati del tic tutte le mirrorazioni in merito alla bolletta dall'importo spropositato.

Monica Pieraccini


Source link